Secondi Piatti

Involtini di verza e riso

secondo piatto - Involtini di verza e riso

La ricetta presentata è tipica della cucina piemontese,il cui nome in dialetto è "capunèt".Piatto da realizzare in inverno per la disponibilità della verza o cavolo.

Difficoltà: 
facile
Dosi: 
per 4 persone
Tempo: 
30 minuti
Ingredienti: 
  • 12 foglie di verza (cavolo)
  • 400 gr di arrosto di carne di vitello tritata (si possono usare avanzi di carne arrostita)
  • 60 gr di riso
  • 1 spicchio di aglio
  • una foglia di lauro
  • rosmarino
  • 1 piccola cipolla
  • 1 uovo
  • 50 gr di parmigiano reggiano
  • mollica di un panino raffermo
  • latte
  • sale
  • pepe
  • olio extra vergine d'oliva
     
Preparazione: 

Lessare il riso, e lasciarlo al dente, raffreddarlo.In un recipiente unire alla carne macinata, lo spicchio d'aglio spremuto,una pizzico di rosmarino,il pane ammollato nel latte,l'uovo,il parmigiano,sale e pepe. Scottare la verza, sistemare le foglie aperte su un tagliere o piatto e riempirle del composto ottenuto. Avvolgere le foglie di verza su se stesse  e fermare il lembo con uno stuzzica-dente. In una teglia far soffriggere sulla fiamma l'olio con l'aglio e la cipolla ,quando hanno preso colore sistemare gli involtini e informare a 180 gradi per 15/20 minuti. Servire caldi irrorando con il fondo di cottura.

Accorgimenti: 

La cottura in forno  tende ad asciugare la foglia di verza, quindi il suggerimento che diamo è quello di bagnare con un pò di vino bianco e acqua gli involtini durante la cottura.

Idee e varianti: 

La ricetta piemontese non sempre prevede la presenza del riso alcune varianti possono essere il salame cotto trito o gli avanzi di bollito lesso, tutti ingredienti che comunque legano molto bene con il cereale.

La Newsletter di RISO.it

Condividi contenuti